Come si fa la fregola sarda

ricetta fregola sarda cappelli

Vi siete mai chiesti come fare la fregola sarda a mano in casa? Sa fregua o fregula sarda è una delle paste tipiche della tradizione sarda. Somiglia molto al cous cous per la sua forma granulare e per la semplicità della preparazione. Può essere condita in tanti modi diversi con carne, verdure, pesce, o usata come pasta nelle minestre. Tra le più comuni e gustose ricette sarde non possiamo non citare “sa fregua cun cocciuasa” (fregola con arselle). Vi proponiamo la ricetta per preparare questa pasta squisita, lasciando a voi la fantasia di condirla a vostro piacimento. 

Ingredienti per circa 500 gr di fregola:

Preparazione:

Vediamo ora come si fa la fregola sarda, vi occorrerà una “scivedda”, ovvero un contenitore largo e profondo a fondo piatto, tradizionalmente in terracotta.

Intiepidiamo l’acqua e poi versiamo lo zafferano facendolo sciogliere fino tingere l’acqua del suo giallo caratteristico. Versiamo un cucchiaio di semola media ed un cucchiaio di acqua nella scivedda. Con un continuo movimento rotatorio della mano (orario ed antiorario), sfreghiamo la semola annacquata con i polpastrelli contro il fondo della scivedda fino a formare dei grumi via via più grossi fermandoci prima se preferiamo una fregua fine o continuando se la preferiamo più grossa (2-4 mm). Mano a mano che le palline sono pronte, le versiamo in un foglio ampio di carta da forno steso su una teglia e ripetiamo questa operazione fino ad esaurimento della semola e dell’acqua.

Tostatura:

Accendiamo il forno e lo lasciamo preriscaldare per circa 15 minuti a 200° e inforniamo la teglia con la fregola ben stesa sulla superficie. Lasciamo ad essiccare e dorare la fregola quanto basta (solitamente tra i 15 ed i 30 minuti per una buona doratura).



Lascia un commento